16/04/18

06 Aprile 2018 _ La collaborazione con Archimede continua






Dal 2017 si è attivata una sinergica collaborazione con Archimede Varallo, lavorando insieme con entusiasmo si sono attivati percorsi, idee e progetti.
Con piacere annunciamo che lo scorso 06 Aprile è stata firmata la convenzione triennale che vede in campo la collaborazione di Archimede, Unione Montana, Servizi Sociali, Comunità l'Albero, E.T.H. per un piano progettuale che coinvolgerà tutti i partner in tante attività sul territorio di Valsesia e Valsessera.
In bocca al lupo per questa grande ed entusiasmante sfida!



Aggiungiamo una nota storica locale, la convenzione è stata firmata nella prestigiosa sede dell'Unione Montana Valsesia, nella ex Villa Grober, che ricalca le architetture russe. La sala d'onore è uno splendido esempio della grande maestria degli artigiani valsesiani nella realizzazione di finti marmi. Un vero gioiello.

27/12/17

Archimede ed Abitare Insieme in collaborazione




In occasione della mostra collettiva d'arte organizzata durante la visita pastorale del Vescovo di Novara i ragazzi di Archimede hanno partecipato all'allestimento.
Qui li vediamo con i presidente Silvano Ratti e l'artista Angelo Salomone.

12/12/17

Coabitazioni – Ma come si vive in concreto?


Non si tratta di stravolgere la quotidianità né di perdere abitudini ed individualità ma semplicemente condividere bisogni, socialità, momenti, servizi e risorse per migliorare la qualità della vita, la cultura e l’economia locale.

Pur avendo spazi abitativi famigliari indipendenti ci sono servizi in comune e vantaggi che permettono: di superare le solitudini e le difficoltà; di aumentare le risorse a disposizione; di affrontare l’impasse della paralisi economica dovuta alla crisi delle monete tradizionali, il tutto nel rispetto dell’essere umano e dell’ambiente.

Si ritorna a condividere, riallacciando i fili con il territorio e le sue peculiarità, pensando a progettare in chiave sostenibile e a disegnare stili di vita consapevoli e rispettosi.

Le coabitazioni nascono da una scelta consapevole (vicinato elettivo), da bisogni e valori condivisi.

Ad esempio: i genitori potranno contare su spazi e tempi da condividere per migliorare la gestione famigliare rispetto ad impegni di vita e lavoro, oppure, su una scuola personalizzata da autogestire; chi ha necessità di aiuto per la salute e per le attività quotidiane potrà condividere badanti o persone che si occupano della casa e al contempo mettere a disposizioni i propri saperi; chi è solo può trovare una rete di condivisione che lo aiuterà a superare l’isolamento; si potranno ridurre le spese grazie ad acquisti condivisi, all’orto sociale o all’agricoltura residuale…

La coabitazione è una comunità, ognuna disegnata dai coabitanti seguendo il rapporto fra territorio, valori, bisogni e desideri, mai disgiunta dal centro che la accoglie.

B. Saccagno

11/12/17

Agricoltura Residuale - Mele ed Alloro di Ordrovago


L'08 Dicembre nella Chiesa S. Giacomo di Varallo, i ragazzi di Archimede, in compagnia di Abitare Insieme, erano presenti con le mele e l'alloro raccolti ad Ordovago e da loro confezionati, durante le fasi del progetto Agricoltura Residuale. 
Una piccola offerta per le attività dei ragazzi di Archimede e tutta la bontà genuina dei prodotti del territorio, che sono stati rimessi in circolo!
                                                                                        Grazie a tutti!


20/11/17

Archimede, Bollettino Online

Con piacere pubblichiamo i due bollettini di Archimede, l'associazione di Varallo con la quale collaboriamo per "Abilità in Circolo"


                                                                                 
https://drive.google.com/file/d/0BzfRd0SeiW4hb0ZuU0U3RjNWa2s/view?usp=sharing 

https://drive.google.com/file/d/0BzfRd0SeiW4hTE1aejhPQ1RSOWM/view?usp=sharing


14/11/17

Coabitazioni – Economia sociale, circolare, sostenibile, collaborativa, reale



I modelli di coabitazione si basano sull’economia circolare, dando valore a tutte le risorse a disposizione in chiave sostenibile.

La società consumistica spinge ad un eccesso di consumo/spesa, non rispetta l’ambiente e le risorse, aumenta a dismisura lo spreco e la diseconomia di scala distribuendo in modo disomogeneo ed errato le risorse. Ritrovare un equilibrio sostenibile, dando il giusto valore ad ogni risorsa, è possibile semplicemente mettendo in circolo ciò che abbiamo a disposizione in un circuito di scambio equo, diretto o attraverso le banche del tempo e le valute complementari (meglio se integrando i tanti strumenti oggi attivi e funzionali), che permette di superare ostacoli e staticità del sistema economico vigente (in chiave sostenibile).

Moltissime sono le possibilità, praticamente infinite, di potenziare le risorse nel pieno rispetto dell’economia e dell’ambiente, imparando a scegliere vie alternative, staccandosi dal “così fanno tutti” e assumendosi la responsabilità di ragionare in un’ottica di medio lungo periodo avendo come obiettivo il benessere sociale. Le risorse non mancano, vanno però gestite e sviluppate in maniera organica ed equilibrata (armonica), evitando sprechi e cattiva gestione (diseconomia di scala).

Esempi pratici sono tantissimi: condividere un’auto per viaggiare insieme (car sharing); mettere in circolo le eccedenze del nostro orto, o ciò che rimane incolto sugli alberi, conoscere le erbe e i frutti spontanei che la natura offre (agricoltura residuale); comprare insieme (GAS); scambiare ciò che non usiamo (baratto, swap); ritornare a riparare gli oggetti; favorire un’economia a km 0; approfondire e conoscere ciò che si acquista (la conoscenza fa la differenza); ritornare ad utilizzare i materiali naturali per l’abbigliamento e l’architettura (bio edilizia, bio tessile); adottare un diverso sistema scolastico (asili nel bosco, home schooling); mettere in comune le proprie capacità per fornire servizi ed assistenza (banche del tempo, valute complementari); ospitare (coachsurfing)I redistribuire il cibo rimasto invenduto; scambiarsi le informazioni su servizi gratuiti… (ce ne sono un’infinità).

Se prendo l’auto tutti i giorni per fare un determinato tragitto posso metterla in rete e condividerla con altri, percorrendo insieme la strada riduco spese, traffico ed inquinamento; se nel mio orto produco in eccedenza stagionale un determinato prodotto perché gettarlo o rischiare di sprecarlo? Mettendolo in circolo posso scambiarlo con altri, che andrei comunque a comperare; invece di acquistare un prodotto che arriva da lontano, che ha un’impronta ecologica (http://www.focusjunior.it/scienza/ambiente/ecosistema/che-cose-limpronta-ecologica) ad alto impatto (ma anche economica) posso rivolgermi a piccole realtà produttive locali, andando direttamente a conoscere il prodotto ed il produttore, si aiuta così la microeconomia ed il territorio a vivere; se esiste la possibilità di utilizzare le valute complementari per acquistare (scambiare e fornire) beni e servizi non utilizzando il denaro perché non farlo?...


(Per approfondire http://www.treccani.it/enciclopedia/economia-sociale-di-mercato_(Dizionario-di-Economia-e-Finanza)/http://www.labsus.org/2014/10/economia-sociale-leva-di-sviluppo-e-ben-essere/http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/Terzo-settore-e-responsabilita-sociale-imprese/focus-on/Economia-sociale/Pagine/default.aspx, http://www.eesc.europa.eu/resources/docs/executive-summary-of-study-of-the-social-economy-in-the-european-union-it.pdf, http://elenazanella.it/wp-content/uploads/2014/09/glossario-economia-sociale.pdfhttp://www.rivistapaginauno.it/Economia-reale.php , https://it.wikipedia.org/wiki/Sharing_economy , http://www.fondazionefeltrinelli.it/sharing-economy-al-tempo-della-crisi/, http://consumicollaborativi.it/cosa-si-intende-con-sharing-economy/, http://www.treccani.it/enciclopedia/share-economy_%28Dizionario-di-Economia-e-Finanza%29/ http://www.wired.it/economia/business/2015/05/29/non-sharing-economy/, http://consumicollaborativi.it/cosa-vuol-dire-consumo-collaborativo/ , https://www.greenme.it/spazi-verdi/ethicme/1042-consumo-collaborativo-come-risparmiare-riscoprendo-il-senso-di-comunit%C3%A0 , http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/economia-sostenibile.htm, http://www.utopie.it/economia_sostenibile.htm  http://www.reteambiente.it/normativa/economia-sostenibile/ http://www.treccani.it/enciclopedia/green-economy_%28Lessico-del-XXI-Secolo%29/ http://www.ilcambiamento.it/articoli/opportunita_blue_economy)
http://www.terranuova.it/News/Ecovillaggi-e-cohousing/Fondare-un-ecovillaggio-o-un-cohousing-parte-3

B.Saccagno