18/10/17

Per chi se lo fosse perso... Eco Logiche, Adriano Sella




Eco Logiche, Per un futuro, con futuro. Intervento di Adriano Sella ad Eco Logiche, la responsabilità individuale nel scegliere buone prassi quotidiane per un benessere sociale diffuso e sostenibile.

Grazie all'Ing. Manuel Grossi per riprese e montaggio

12/10/17

Coabitazioni – non sei solo


Perché oggi si sta ritornando a dare importanza alla condivisione, anche in relazione ai propri spazi abitativi?



La mancanza di punti di riferimento, la disgregazione della socialità, l’uniformità generalizzata ed il consumismo estremo hanno innescato una riflessione sugli stili di vita attuali che ha riportato a galla il bisogno di ritrovare la bellezza di condividere e di sentirsi parte di una comunità che sostiene (e che sosteniamo).

La solitudine (anche, e soprattutto, digitale) ha portato ad un generale depauperamento (sociale, culturale, economico, valoriale) ed ha ridotto la capacità di superare le difficoltà. In una “comunità” non ci ritrova da soli ad affrontare la vita ma si ha la certezza di essere parte di un sistema sociale solido che cerca insieme soluzioni e si mette in moto potenziando, unendo ed integrando le risorse per superare le problematiche (in chiave sostenibile).

Anche nei nostri tipici “cantoni” la vita era una commistione fra momenti privati e famigliari e altri condivisi, insieme si condividevano i servizi, con un indubbio vantaggio economico, attività socio economiche religiose e culturali e i momenti salienti della vita che mettevano in rete i “vicini” e ne rinsaldavano i legami. Inoltre, vi era una conoscenza profonda del territorio e delle sue risorse, che venivano gestite con oculatezza. C’era un equilibrio sostenibile legato ai rimi naturali ed al rispetto dell’ambiente e di ciò che offriva. L’economia era micro e ogni singolo elemento aveva un valore misurabile importante, soprattutto concreto. Erano unità autosufficienti.

Proprio nel contemporaneo, dove ci si affida più al virtuale che al reale, dove si hanno migliaia di amici sui social ma nessuno con cui condividere qualcosa nella realtà, dove il consumismo è spinto all’estremo e le risorse sprecate, si sente crescere l’esigenza di ritornare sui propri passi, senza per questo demonizzare i vantaggi e i benefici dell’innovazione, per ritrovare i veri valori ed una comunità che non è isolata dal mondo ma è riflesso di un territorio e dei suoi abitanti; è la ricerca pratica dell’equilibro sostenibile per un oggi migliore e un domani da progettare tendendo all’Armonia fra l’Uomo e l’Ambiente.


B.Saccagno

09/10/17

Per chi se lo fosse perso... Eco Logiche, Don Sergio Chiesa



Eccovi l'intervento di Don Sergio Chiesa, fondatore di Cibo é Salute, per Eco Logiche, con il saluto della Presidente Elena Macchiorlatti.
Dieta Kousmine ed il valore centrale del cibo e dell'alimentazione per un processo di benessere condiviso e diffuso che sia sostenibile per sè stessi e per la comunità.

Grazie all'ing. Manuel Grossini per riprese e montaggio.

04/10/17

Abitare Insieme & Archimede: la raccolta



I ragazzi di Archimede, con Abitare Insieme, proseguono le attività sul campo, dopo la potatura primaverile, che ha reso ricchi di mele gli alberi di Ordovago, hanno avviato la raccolta a mano.

                                                                   





Un momento di condivisione all'aria aperta che ha visto l'inizio di una nuova attività di raccolta, quella dell'alloro, pianta profumata sacra a dei ed imperatori.

Il percorso di collaborazione in chiave sostenibile fra Abitare Insieme ed Archimede procede, in chiave progettuale ed operativa, con l'obiettivo di crescere insieme alla comunità.


Buon inizio d'autunno a tutti voi!

Semplicemente, grazie a tutti!


Ecologiche & Amici Non Per Caso





25/09/17

Amici Non Per Caso - Sacro Monte Varallo Domenica 01 Ottobre 2017



Amici Non Per Caso
Condividere Insieme
Senza Paure la Malattia


Domenica
01 Ottore 2017
Ore 14.30
Sala Giovanni XII

Un pomeriggio al Sacro Monte in amicizia e condivisione: dialoghi e narrazioni per affrontare insieme la malattia con consapevolezza

Un pomeriggio al Sacro Monte di Varallo per osservare da tanti punti di vista diversi (personale e professionale, in via diretta ed indiretta) la “malattia” e per imparare insieme ad affrontarla con consapevolezza senza mai perdere il coraggio e la voglia di lottare.

Il fil rouge è l’esperienza di malattia vissuta in prima persona da Elena Macchiorlatti, presidente di Abitare Insieme, raccolta nel libro Oltre il Mio Destino, una storia forte e complessa che ha scelto di raccontare per sottolineare l’importanza di affrontare insieme una sfida dove non bisogna mai perdere la speranza. Luca Stecchi aprirà il pomeriggio leggendo Blu Cobalto, poesia premiata anche dal Premio Città di Varallo 2016, dedicata proprio alla vicenda di Elena.



I narratori racconteranno le loro esperienze quotidiane. Maria Marcon e Carmela Marsilla illustreranno le tante attività gratuite di prevenzione e di supporto alla salute che con l’associazione Igea si impegnano a realizzare con successo sul territorio. Padre Giuliano Temporelli, rettore del Sacro Monte di Varallo, affronterà la tematica del valore della Fede quale sostegno e speranza nei percorsi personali di malessere, fisico e mentale.

La malattia è un momento complesso e difficile, che colpisce il degente e tutti coloro che lo circondano, per questo motivo accanto ai narratori sono stati invitati esperti per analizzare la patologia ed il dolore dal punto di vista medico: la dottoressa Rosangela Canuto, patologa e docente all’Università di Torino, sottolineerà l’importanza della prevenzione, elemento chiave per la Salute che spesso nella fretta della vita quotidiana dimentichiamo; il focus della psicologa Laura Pochetti verterà sull’importanza della psicologia (e del comportamento psicologico) in tutto il percorso patologico, dalla diagnosi al ritorno della normalità post evento traumatico, un’attenzione al paziente a tutto campo, ma anche dei care giver, che è oggi oggetto di interesse medicale grazie alla diffusione della terapia narrativa, uno strumento di grande importanza.


Amici Non per Caso è un momento aperto di condivisione e scambio di esperienze, perché parlare ad alta voce di malattia e del complesso orizzonte che l’accompagna, prima-durante-dopo, senza pudori e in modo diretto, aiuta a non sentirsi soli e a ricordarci che siamo parte di una comunità che ci può aiutare a superare gli ostacoli senza cadere nella paura e nella spirale della solitudine.

Vi aspettiamo.

Amici Non Per Caso

Dialogo Aperto a più Voci
Sacro Monte  Varallo - Sala Giovanni XIII
01 Ottobre 2017 Ore 14.30
Ingresso gratuito

Ore 17.00 Sacra Messa
Basilica Sacro Monte di Varallo
Officiata da Padre  Giuliano Temporelli Rettore Sacro Monte di Varallo

Con il patrocinio Comune di Varallo (Vc)







Info
@ - email
Facebook Abitare Insieme Varallo https://www.facebook.com/AbitareInsiemeVarallo/